BarcelLona in un giorno: cosa vedere

Grazie a dei voli a prezzi stracciati abbiamo organizzato una nuova daycation, un viaggio in giornata a Barcellona, una delle città, a nostro parare, più vivaci in Europa. A Barcellona eravamo stati entrambi anche se in momenti e situazioni diversi, quindi la toccata e fuga serviva a riempire qualche lacuna che le visite precedenti ci avevano lasciato e scovare nuovi luoghi da fotografare.

Prima di mostrarvi l’itinerario di un giorno a Barcellona, ecco qualche info utile: per arrivare dall’aeroporto di Barcellona in centro abbiamo preso la linea ferroviaria R2 Norte, che conduce in circa 30 minuti a Passeig de Gracia, uno dei punti centrali e strategici della città. Abbiamo acquistato online l’abbonamento Hola BCN della durata di 2 giorni che, al prezzo di circa 16 euro, ti permette di utilizzare qualsiasi mezzo di trasporto compresa la funicolare che porta in varie attrazioni come il castello di Montjuic o al Tibidado. Qui puoi acquistare la card Hola BCN.

Di seguito il nostro tour di un giorno a Barcellona e qualche consiglio da local, un giorno basterà per le attrazioni principali, per una visita approfondita e completa serviranno almeno 3-4 giorni.

L'itinerario in breve: COSA VISITARE a barcellona in un giorno

calendar
1 giorno A/R (09 aprile)
speed (1)
25 km a piedi in 1 giornO
travel
10 punti di interesse
road (1)
30 minuti di Treno R2 Norte: aeroporto - centro città

24 ore a barcellona- i luoghi imperdibili

le case di gaudì: Casa batllò e casa milà

Appena usciti dalla stazione Passeig de Garcia, basta alzare lo sguardo tra i palazzi per restare affascinati da uno dei monumenti simbolo di Barcellona ovvero Casa Batllò. Questa casa, famosa in tutto il mondo per la sua architettura, è una delle opere più importanti di Antoni Gaudì ed è stata dichiarata nel 2005 Patrimonio dell’UNESCO.

Il nome Batllò deriva dal proprietario dell’epoca ovvero Josep Batllò i Csasnovas, un ricco imprenditore tessile che acquistò il palazzo per poi farlo ristrutturare al Gaudì.

Quest’opera si contraddistingue dalle sue forme sinuose e dalla struttura ondeggiante. Gaudì stesso affermava che: «Spariranno gli angoli e la materia si manifesterà abbondantemente nelle sue rotondità astrali: il sole vi penetrerà per i quattro lati e sarà come un’immagine del paradiso. Si potrà trar partito dai contrasti e così il mio palazzo sarà più luminoso della luce»

La citazione fa capire cosa aspettarsi nell’avvicinarsi a questo gioiello di arte moderna. 

A poca distanza da Casa Battlò si trova un’altra casa speciale opera del Gaudì: si tratta della Casa Milà conosciuta anche come La Pedrera. La facciata in pietra è super moderna e caratterizzata da linee ondulate, visitando la casa e affaciandoti sulla terrazza della Pedrera potrai scorgere la Sagrada Familia. 

In una gita in giornata il tempo per visitare le case internamente purtroppo scarseggia ma, in altre circostanze vale sicuramente la pena il costo del biglietto (ci eravamo stati la nostra prima volta a Barcellona).

Ingresso: Casa Battlò: € 35 – qui il sito ufficiale per acquistare i biglietti – Casa Milà: € 32 – qui il sito ufficiale per acquistare i biglietti

Indirizzo: Passeig de Gracia, Barcelona

passeggiata sulla rambla e pranzo al mercato della boqueria

Passeggiare sulla Rambla è d’obbligo durante una vacanza a Barcellona, il viale alberato è costellato da negozi, fioristi, bar, ristoranti e chi più ne ha più ne metta. La strada, affollata a tutte le ore del giorno, porta da Plaça de Catalunia fino alla statua di Colombo, a ridosso della zona marittima della città. Da qui si ha l’accesso al porto e alla famosissima Barceloneta, la playa de Barcelona.

Percorrendo verso il mare la Rambla, vale la pena deviare sulla destra e perdersi tra il labirinto di vicoletti e chioschi della Boqueria, il mercato coperto più importante e scenografico di Barcellona. Inutile dire che si tratta di un luogo molto affollato da turisti e non; oltre a fare la spesa, è possibile mangiare di tutto: dall’antipasto al dolce; salumi, formaggi, tacos, tapas, empanadas, per poi passare a ostriche, sushi, senza dimenticare fritti di ogni tipo, frutta e dolciumi vari che vengono venduti no stop ad ogni angolo di questo caratteristico mercato.

Altra tappa da segnarsi lungo la Rambla è la casa degli ombrelli o Casa Bruno Cuadros che si trova al numero civico 82. La casa è famosa per la sua facciata sulla quale si trovano: un dragone cinese in ferro battuto, ventagli e ombrelli. Oggi la casa ospita la filiale di una banca, mentre in passato, fino all’800 era un negozio di ombrelli.

placa reial, la piazza con le palme

Plaça Reial è una delle piazze più frequentate di Barcellona, situata accanto alla Rambla. Nel 1848, la città di Barcellona commissionò all’architetto Francesc Daniel Milona la costruzione di questa piazza. Le numerose terrazze, la fontana centrale, la galleria di archi e le palme conferiscono alla piazza pedonale un’atmosfera tipicamente spagnola.

Al centro di Plaça Reial è situata una fontana con due speciali lampioni. Antoni Gaudí disegnò questi lampioni nei primi anni della sua carriera, questo fu il suo primo incarico per la città di Barcellona.

Plaça Reial è il luogo ideale per rilassarsi, godersi il sole, prendersi qualcosa da bere e mangiare le famosissime tapas spagnole.

Come arrivare a Plaça Reial: la piazza è raggiungibile con la metro scendendo alla stazione Liceu o Jaume I

placa milans, nel quartiere gotico

Uno dei luoghi instagrammabili di Barcellona è situato a Plaça Milans, nel Quartiere Gotico: si tratta di una piccola piazza di 9 metri a forma di poligono a 15 lati.

Difficilmente troverai turisti, il luogo è ancora poco conosciuto ma sicuramente nel giro di poco tempo diventerà famoso.

Se ti posizioni nel mezzo della piazza e alzi gli occhi (o meglio la fotocamera) al cielo scatterai una foto geometrica perfetta! I bordi degli edifici che circondano la piazza creano infatti un “cerchio“!

Plaça Milans è stata costruita nel 1853 dall’architetto Francesc Daniel Milona – lo stesso che progettò Plaça Real!

Dove si trova Plaça Milans: in Calle Milans , poi cammina fino all’incrocio con Carrer d’en Gignàs e guarda verso l’alto

cattedrale e pont del bisbe NEL quartiere gotico

Il Barri Gòtic è il centro della città vecchia (‘Ciutat Vella’) di Barcellona. Il nome significa quartiere gotico ed è una zona (turistica) da non perdere durante un viaggio a Barcellona.

Il Quartiere Gotico è interamente pedonale: un labirinto di stradine, viuzze e piazzette medievali.

Cosa vedere nel Quartiere Gotico a Barcellona?

  • Sicuramente come prima tappa consigliamo la cattedrale di Barcellona dall’architettura gotica, è visitabile gratuitamente, una piccola curiosità: visita il chiostro medievale con le famose 13 oche, ogni oca rappresenta un anno di vita della martire Santa Eulalia, una ragazza torturata a morte nel IV secolo dai romani per la sua religione e oggi patrona della città di Barcellona. Qui per le informazioni sulla visita e gli orari di ingresso
  • Il Pont del Bisbe: un ponte ad archi neogotico che collega la Casa dels Canonges (Casa dei Canonici) con il Palau de la Generalitat. Il Pont del Bisbe oggi è uno dei punti tra i più fotografati del Barrio Gotico, fu realizzato negli anni Venti del Novecento da un discepolo del Gaudì.
  • Palau de la Generalitat dallo stile rinascimentale, gotico e barocco si trova in Piazza Sant Jaume ed è la sede del governo della Catalogna. Accanto, nella stessa piazza, si trova anche il Municipio di Barcellona.
  • Els Quatre Gats: un bar ristorante che un tempo era il punto di ritrovo di artisti come Picasso e Gaudí.


Come arrivare al Quartiere Gotico
: metro fermata Catalunya (linea rossa L1 o verde L3), fermata Liceu (linea verde L3) oppure fermata Jaume I (linea gialla L4)

murales the world begins with every kiss

Un altro luogo instagrammabile a Barcellona è il fotomosaico del bacio chiamato “The world begins with every kiss”, il murales si trova nel Quartiere Gotico.

Da lontano vedrai due persone che si baciano, se ti avvicini ti accorgerai che è composto da 4.000 fotografie che rappresentano persone in momenti di libertà.

Leggi l’articolo dedicato al fotomosaico!

Indirizzo: Plaça d’Isidre Nonell, Barcelona
Ingresso: gratuito

interno ed esterno della sagrada familia

Questa era la nostra seconda volta a Barcellona, la prima avevamo visitato la Sagrada Familia solo dall’esterno per via di una coda lunghissima per accedere. 
Abbiamo quindi acquistato online i biglietti salta fila per entrare alla Sagrada Familia e finalmente siamo entrati all’interno di questo bosco fatato.
 
Se stai programmando una vacanza a Barcellona metti in conto almeno due ore per visitare l’interno della Sagrada Familia, è un’esplosione di colori che difficilmente dimenticherai; la maestosità dell’opera di Gaudì ti trasporterà in un universo di curve, colonne, diramazioni, cerchi fuori dal mondo. 
 
Presta attenzione alle vetrate, Gaudì ha costruito un grande gioco di luci e di colori. Nella chiesa infatti sono presenti due grandi vetrate: una sulla parete est ed una sulla parete ovest. La vetrata ad est della Sagrada Familia viene illuminata dai raggi del mattino, ha colori freddi che vanno dal viola al verde, la vetrata a ovest invece viene illuminata al tramonto, ha colori caldi che variano dal giallo al rosso. 
In ultimo guarda il soffitto, è la parte che più ci è piaciuta!
 
Per fotografare la Sagrada Familia all’esterno in tutta la sua maestosità e per farsi un selfie perfetto con la chiesa come sfondo, ti consigliamo il parco che si trova in Plaça de Gaudí. In particolare raggiungi questo punto, un luogo instagrammabile a Barcellona che ti permetterà di vedere la Sagrada Familia specchiata nel laghetto!
 
Per acquistare i biglietti online della Sagrada Familia: sito web ufficiale

Ingresso
: 26 euro gli adulti / 24 euro gli studenti e i minori di 30 anni  / gratis per i bambini fino a 11 anni

barcellona dall'alto: bunkers del carmel

L’ultima tappa non poteva che essere un panorama straordinario! Abbiamo concluso la giornata uscendo dal classico percorso turistico per raggiungere su uno dei punti panoramici di Barcellona, si tratta dei Bunkers del Carmel.

Da qui, una vista spettacolare fino al mare, ci ha permesso di salutare una delle nostre città europee preferite!

> Leggi l’articolo dedicato per scoprire come raggiungere il punto panoramico dei Bunkers del Carmel e vedere Barcellona dall’alto.

Indirizzo: Carrer de Marià Lavèrnia Barcellona

Orari: sempre aperto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.